Martin ParrBeach Therapy 18 ottobre 2018 - 08 febbraio 2019

St Ives, Cornwall, England, 2017

50.8 x 76.2 cm | 20 x 30 inches
Photographic pigment print
Edition 2/10

St Ives, Cornwall, England, 2017

50.8 x 76.2 cm | 20 x 30 inches
Photographic pigment print
Edition 1/10

Broadstairs, Kent, England, 2014

50.8 x 76.2 cm | 20 x 30 inches
Photographic pigment print
Edition 1/10

Southend-on-Sea, England, 2017

50.8 x 76.2 cm | 20 x 30 inches
Photographic pigment print
Edition 1/10

Tenby, Wales, 2018

50.8 x 76.2 cm | 20 x 30 inches
Photographic pigment print
Edition 1/10

Tenby, Wales, 2016

50.8 x 76.2 cm | 20 x 30 inches
Photographic pigment print
Edition 2/10

Tenby, Wales, 2016

50.8 x 76.2 cm | 20 x 30 inches
Photographic pigment print
Edition 1/10

Tenby, Wales, 2017

50.8 x 76.2 cm | 20 x 30 inches
Photographic pigment print
Edition 1/10

Sorrento, Italy, 2014

50.8 x 76.2 cm | 20 x 30 inches
Photographic pigment print
Edition 6/10

Benidorm, Spain, 2014

50.8 x 76.2 cm | 20 x 30 inches
Photographic pigment print
Edition 1/10

Benidorm, Spain, 2014

50.8 x 76.2 cm | 20 x 30 inches
Photographic pigment print
Edition 1/10

Mar De Plata, Argentina, 2014

50.8 x 76.2 cm | 20 x 30 inches
Photographic pigment print
Edition 1/10

Martin Parr

Beach Therapy

18 ottobre 2018 - 08 febbraio 2019

Giovedì 18 ottobre Spazio Damiani inaugura Beach Therapy, la prima personale italiana tratta dall’omonima serie del fotografo britannico Martin Parr. Fino all’8 febbraio 2019 saranno esposte in mostra dodici fotografie di medio formato che con ironia solleveranno un velo sulle abitudini e i comportamenti umani in un contesto speciale come quello balneare. Oltre ad alcune delle più note spiagge britanniche, sono incluse tra i soggetti alcune spiagge italiane, spagnole e dell’Argentina. L’inaugurazione al pubblico si svolgerà giovedì 18 ottobre alle ore 18.30 alla presenza dell’artista.

Durante la sua lunga carriera Martin Parr ha sempre dimostrato un particolare interesse per le spiagge, in particolare per quelle britanniche. Questi tratti di costa hanno rappresentato per il fotografo inglese, una sorta di banco di prova per testare nuove tecniche e strumenti fotografici. In questo senso, ad esempio, quando nei primi anni 80 è passato dal bianco e nero al medio formato a colori, lo ha fatto scattando principalmente a New Brighton, una stazione balneare vicino a Liverpool caratterizzata dal fascino decadente del luogo non più à la page. Successivamente ha quindi iniziato ad utilizzare per questi scatti il teleobiettivo, una scelta quanto meno originale per le difficoltà tecniche che questo strumento presenta per il genere documentaristico: la vegetazione di contorno con la spiaggia come sfondo, le diverse aree a fuoco e fuori fuoco… Si può certamente dire che nella sua carriera Parr ha provato quasi ogni espediente e mezzo tecnico, dai primi piani alle macro lenti, dal medio formato con ampie prospettive fino, appunto, al teleobiettivo.

“Adoro cimentarmi con differenti tecniche fotografiche e negli ultimi anni ho iniziato ad esplorare le possibilità offerte dal teleobiettivo. Dal momento che le spiagge, per me, sono sempre state un banco di prova per testare nuove idee, ho pensato di chiamare questa serie Beach Therapy”.

In occasione della mostra, verrà pubblicata da Damiani un’ampia monografia dal titolo Beach Therapy. Il libro sarà proposto anche in un’edizione limitata che include una fotografia a colori realizzata in 90 copie firmate e numerate dall’artista e intitolata St Ives, Cornwall, England, 2017. Beach Therapy è la seconda monografia pubblicata da Damiani per Martin Parr dopo Think of Scotland.

In occasione della mostra, la Fondazione MAST ospiterà un talk, intitolato Photo biography, tra Martin Parr e Urs Stahel mercoledì 17 ottobre alle ore 18.00 presso l’Auditorium del MAST.

DOWNLOAD

 

ARTISTI

 

PUBBLICAZIONI